Uomini e donne, due realtà differenti del cervello

La vita emotiva tra uomini e donne è influenzata da affettiva esigenze e le abitudini di ogni.

Tuttavia, è vero che ci sono alcuni schemi che si ripetono con una certa costanza nei rapporti di coppia eterosessuale.

Questo è, diciamo che gli argomenti e le aspettative non nascono dal nulla. Le aspettative delle donne sugli uomini (e viceversa) nel rapporto di coppia, tendono ad uniformarsi ai modelli che si ripetono, anche se, su base individuale, come genere.

Non è buona a cadere in generale, quindi, dobbiamo capire che la biologia determina e ciò che la società promuove venire sempre in confluenza direttamente con le esperienze di ciascuno, possono essere uomini o donne di qualsiasi condizione.

La confluenza di partner emotivo tra uomini e donne

Mujer' llorando y hombre abrazándola

Si è soliti ascoltare gli uomini “lamentarsi“ o “rendere evidente scherzi” sull’emotività delle donne. Al contrario, le donne tendono ad accusare gli uomini di coppia, non sono abbastanza affettiva.

Pensiamo altro che “cambiare” se si voleva davvero, lasciando da parte le particolarità che ci legano insieme e separati a livello biologico e sociale.

Ciò che non si fermano a pensare che i circuiti del cervello che governano la manifestazione delle nostre emozioni, sono attivati in modo diverso, dando luogo a diverse realtà.

Così, per esempio, non è che gli uomini non si innamorano, ma che si manifesta in modo diverso a livello individuale, alla confluenza dei ruoli di genere, la biologia e le esperienze di vita ci rende quello che siamo.

Dunque, partiamo da una base comune che rende questi “prototipi” che sono rappresentati da aspettative sono un aspetto importante del modo in cui si gestisce una coppia eterosessuale.

Non dimenticate di leggere: Il piacere sessuale che viviamo in un sogno

no' soy lo que esperabas

In questo senso, e prendendo tutto questo in considerazione, possiamo affermare senza pillarnos dita che l’elaborazione emotiva del cervello maschile si differenzia dalla femmina.

In particolare, la differenza sta nell’utilizzo di due sistemi cerebrali che operano contemporaneamente (il sistema neurale per speculare e l’unione temporo-spaziale).

Spiegheremo questo con una storia in cui una grande parte di noi può vedere noi stessi riflessa.

Marta sta attraversando un brutto momento al lavoro. Hai bisogno di sfogarti e il suo compagno, Daniel, ascoltare e abbracciare. Succede che, quando Martha comincia a dirgli che il loro problema, Daniel comincia a dire a Marta, che cosa può fare.

Martha è pazzo, perché pensa che Daniel non capisco e non dare importanza a ciò che accade loro.

Daniel, per parte sua, soffre un po ‘ a vedere così tanto male per il vostro partner, ma non so come aiutarti, perché tutte le alternative che offre sono scartati da Marta.

Paraguas' con corazones

Se si può eseguire la scansione del cervello di Daniel quando vede Marta vorresti vedere come attivare i due sistemi di lettura emozionale di cui abbiamo discusso.

Il primo trigger sarebbe il Sistema Neurale per Speculare (ENS), che permette di Daniel di entrare in empatia con il dolore emotivo di Marta.

Contemporaneamente il cervello di Daniel attiva temporale-parietale di Giunzione (UTP), che è responsabile per analizzare la situazione e cercare soluzioni. Questa è la cosiddetta empatia cognitiva.

Diciamo che l’UTP è responsabile per la produzione di un confine chiaro tra le proprie emozioni e quelle degli altri, che impedisce a certi processi mentali dalla cattura le emozioni degli altri.

In questo modo si cerca di analizzare la situazione e cercare soluzioni; che è, essere il più pratico possibile.

Così, come si guarda il cervello di Daniel in quel tempo, come si tenta di trovare soluzioni per diminuire il dolore del vostro partner.

La corteccia verrà attivato al tempo stesso quella domanda con naturalezza a Marta quante persone è necessario per proseguire i lavori.

Siluetas' de hombre y mujer

Questo, come gran parte dei lettori capiranno, per infastidire Marta. Lei risponde “che cosa importa? Hanno a che fare con l’attrezzatura che ho a disposizione”, mentre inchiodare un look di risentimento nei Daniel.

Tuttavia, il cervello di Daniel volontà di evitare il tono è tesa dall’ultimo commento di Marta, perché il cervello maschile avrà superato la zona di empatia emotiva durante il tentativo di trovare una soluzione e di entrare in empatia cognitivamente con il suo amore.

Seguendo questa linea, Daniel vi offrono la soluzione meravigliosa che il tuo cervello ha dichiarato: “il Noleggio temporaneo di dipendenti”. Automaticamente le aree del cervello e del benessere luce nel cervello di Daniele prima della sua brillante idea.

Tuttavia, il piacere durerà esattamente lo stesso come fine l’espressione di Marta in movimento, che sarà in grado di piangere o piangere quando ritenete che il vostro partner non capire il tuo stato d’animo e quello non dandogli l’importanza che ha davvero. Tuttavia, ciò che sta accadendo non è ciò che essi svolgono, ma che in realtà il cervello è molto diverso. Vuoi saperne di più? Lee: La paura, il cervello emotivo bloccato hombre-con-la-cara-cubiertahombre-con-la-cara-cubiertaLa riflessione di due realtà del cervello

Daniel cerca con tutti i mezzi per aiutare oggettivamente e pratica di Marta, perché la logica emozionale dice che è la cosa migliore che puoi fare: trovare soluzioni.

Tuttavia, Marta è un altro punto e guardare il vostro partner un legame emotivo con il vostro livello.

In questo senso, dobbiamo concludere che il sottofondo emotivo di un uomo non è meno ricca e meno valida di quella di una donna, ma la maggior parte di noi funzione in un altro modo a livello cerebrale, sociali e individuali.

Siamo in grado di capire questo come un problema di comprensione o come un modo di complementazione.

Così, ora che abbiamo queste informazioni, forse è il momento di prendere in considerazione e rendere la vita emotiva della coppia tra gli uomini e le donne molto più equilibrato.

Raccomandato fonti per la consultazione:

Carlson, N. (2014). Fisiologia del comportamento. Editoriale Pearson.

Brizendine, L. (2010). Il cervello maschile. RBA Divulgazione.

Have something to say?