Qual è il vero segreto di attrazione? Questo dice una nuova ricerca scientifica

Le caratteristiche che rendono una persona attraente per gli altri sono stati oggetto di curiosità da centinaia di anni fa.

Nonostante il fatto che è dimostrato che questi possono variare a seconda del contesto, i valori e lo stile di vita, c’è chi continua a pensare che siano le qualità fisiche che danno il massimo vantaggio.

Se è vero che le caratteristiche fisiche hanno molto a che fare, è stato dimostrato che non sono l’unico pilastro di essere completamente piacevole per gli altri.

Infatti, ci sono coloro che sostengono che l’attrazione che una persona sperimenta l’altro è collegato direttamente alla personalità e le qualità che si vede in questa.

In aggiunta a questo, le ricerche scientifiche dimostrano che una parte molto importante del suo fascino risiede nel cervello e la sua capacità di comprendere le emozioni e le intenzioni degli altri.

Così analizzati, i ricercatori dell’Università di Lubecca (Germania) in un recente studio pubblicato sulla rivista PNAS, dove è detto che più siamo in grado di decifrare i sentimenti di qualcuno, il più attraente l’abbiamo trovato.

Il vero segreto del suo fascino risiede nel cervello

Cerebro

Dopo aver analizzato i meccanismi neurali che vengono stimolati con l’attraente, gli autori dello studio ha determinato che la capacità di una persona di leggere le emozioni di un altro gioca un ruolo molto importante.

Silke Anders, professore di Neuroscienze e Sociale Efficace Università di Lubecca e autore dello studio, dice:

Essere in grado di comprendere le intenzioni e le emozioni di un’altra persona è essenziale per il successo dell’interazione sociale.

Per raggiungere il successo, la gente ha bisogno di capire e di aggiornare continuamente le informazioni circa le intenzioni e le emozioni dei loro partner, per anticipare il comportamento degli altri e di adattare il proprio conseguenza.

Per raggiungere questa conclusione, abbiamo condotto un esperimento con 90 persone, che avevano a guardare video di donne che esprimono la paura o la tristezza.

Vedi anche: 4 differenze tra la tristezza e la depressione

Dopo aver visto le scene, i partecipanti a capire come si sentiva sulla donna e sul livello di fiducia che avevano nelle loro risposte.

Mentre gli individui sono stati impegnati in questa attività, i ricercatori hanno analizzato attentamente la loro attività cerebrale per misurare il livello di attrazione.

Una volta risolto il loro compito, i ricercatori hanno scoperto che le più accurata è stata la sua analisi delle emozioni, il più attrazione che provava per la donna.

Questo potrebbe indicare che, il più semplice, c’è a leggere le emozioni degli altri, correttamente, più interessanti ci sono.

Questo è perché la ricompensa del cervello viene attivato, il quale, a sua volta, provoca un senso di piacere.

Che cosa è molto interessante da questi risultati è il ruolo del cervello del mittente e il ricevitore.

Che la capacità di comprendere l’altro e di identificare con precisione ciò che senti dipende dall’attività neuronale che si verifica all’interno dell’attrazione.

Quando, per esempio, una persona che mostra le espressioni facciali di paura, di tristezza, e il ricevitore processi in modo efficiente il vostro cervello, il sistema di ricompensa a calci e aumenta l’attrazione del mittente.

cerebro

Raccolta di studi precedenti si è scoperto che c’è una differenza all’interno di circuiti neurali di individui, come per coloro che non possiedono le abilità di “leggere” le emozioni sono coloro che hanno difficoltà di comunicazione e l’attrattiva.

Consigliamo di leggere: La paura, il cervello emotivo bloccato

A causa di questo, alcuni scienziati suggeriscono che, quando la comunicazione non funziona bene, non significa che le persone non sono interessati, ma che il loro vocabolario neurone non è sufficiente per arrivare alla comprensione.

Anders riconosce che lo studio è piccolo per arrivare a fare affermazioni categoriche.

Tuttavia, assicura che si desidera continuare a discutere di come la comprensione delle emozioni di altri cambiamenti nel corso del tempo, e se c’è la possibilità che l’abilità di lettura emozionale aumentare con l’esperienza tra gli individui.

Inoltre, sarebbe bene controllare se questa capacità di capire gli altri emerge dalla nostra stessa qualità o se ci sono altri fattori che lo rendono compatibile.

In ogni caso, queste conclusioni diventerà una nuova spiegazione per il modo in cui si dà l’attraente e perché alcuni hanno più di altri.

Fonte: rivista TIME.

Have something to say?