Paralisi periodica tireotossica

Paralisi periodica tireotossica

La paralisi periodica tireotossica è una condizione in cui ci sono episodi di debolezza muscolare nelle persone con alti livelli di ormoni tiroidei (ipertiroidismo, tireotossicosi).

CAUSE: La paralisi periodica tireotossica è una condizione rara, più comunemente rilevata negli uomini asiatici. Vi è un disturbo simile, la paralisi periodica ipokaliemica, una malattia ereditaria contraria, cioè che compare in person che non hanno alti livelli di ormoni della tiroide. I fattori di rischio includono casi in famiglia di paralisi periodiche e ipertiroidismo.

SINTOMI: La paralisi periodica tireotossica prevede attacchi di debolezza muscolare o paralisi alternate a periodi di funzione muscolare normale. Gli attacchi di solito iniziano dopo che i sintomi dell’ipertiroidismo si sono sviluppati. La frequenza degli attacchi varia da giornaliera ad annuale. Gli episodi di debolezza muscolare possono durare poche ore o diversi giorni. I sintomi includono:

  • Difficoltà di respirazione (rara);
  • Difficoltà nel parlare (rara);
  • Difficoltà nel deglutire (rara);
  • Cambiamenti della vista (rara);
  • Debolezza o paralisi.

Tali sintomi possono essere innescati da un forte apporto di carboidrati, pasti ad alto contenuto di sale, oppure durante il riposo dopo l’esercizio fisico.

DIAGNOSI: Il medico può sospettare la paralisi periodica tireotossica basata su:

  • I livelli di ormone tiroideo anormali;
  • Una storia in famiglia del disturbo;
  • Bassi livelli di potassio durante gli attacchi;
  • Sintomi che vanno e vengono.

La diagnosi prevede di escludere disturbi associati con il potassio basso. Il medico può tentare di scatenare un attacco con l’insulina e il glucosio (che riduce i livelli di potassio) o con l’ormone tiroideo. Durante l’attacco, ci possono essere:

  • Diminuzione o assenza di riflessi;
  • Aritmie del cuore;
  • Potassio nel sangue (i livelli sierici di potassio sono normali tra gli attacchi);
  • Debolezza, soprattutto nei muscoli delle braccia e delle gambe e di tanto in tanto nei muscoli degli occhi. I muscoli coinvolti nella respirazione e deglutizione a volte possono essere colpiti, e questo può essere fatale. La forza muscolare è normale tra gli attacchi in un primo momento. Tuttavia ripetuti attacchi possono eventualmente causare un peggioramento e debolezza muscolare persistente.

Tra gli attacchi, i valori sono normali, oppure ci possono essere i sintomi dell’ipertiroidismo, come ad esempio una tiroide gonfia. L’ipertiroidismo è confermato dai risultati anomali sulle seguenti prove:

  • Alti livelli di ormone tiroideo (T3 o T4);
  • TSH sierico basso (ormone stimolante della tiroide).

Altri risultati del test:

  • Anormale ECG (elettrocardiogramma) durante gli attacchi;
  • Anormale EMG (elettromiografia) durante gli attacchi;
  • Basso potassio sierico durante gli attacchi, ma normale tra gli attacchi.

Una biopsia muscolare può occasionalmente mostrare anomalie.

TERAPIA: Il miglior trattamento è di ridurre velocemente i livelli dell’ormone tiroideo. Del potassio dovrebbero essere fornito anche durante l’attacco, preferibilmente per via orale. Se c’è grave debolezza, il potassio per via endovenosa può essere necessario, ma solo se la funzione renale è normale e il paziente viene monitorato in ospedale. La debolezza che coinvolge i muscoli usati per respirare o inghiottire è una situazione d’emergenza. I pazienti devono essere portati in un ospedale. Aritmie cardiache pericolose possono verificarsi durante gli attacchi.

Il medico può raccomandare una dieta a basso contenuto di carboidrati e di sale per prevenire gli attacchi. Dei farmaci chiamati beta-bloccanti possono ridurre il numero e la gravità degli attacchi, mentre l’ipertiroidismo è sotto controllo. L’acetazolamide è efficace nel prevenire attacchi in persone affette da paralisi periodica ipokaliemica. Di solito non è efficace con la paralisi periodica tireotossica.

PROGNOSI: La paralisi periodica tireotossica risponde bene al trattamento. L’ipertiroidismo curato previene gli attacchi e può addirittura invertire la debolezza muscolare. Possibili complicazioni possono essere:

  • Difficoltà a respirare, parlare o deglutire durante gli attacchi (rara);
  • Aritmia cardiaca durante gli attacchi;
  • Debolezza muscolare che peggiora nel corso del tempo.

Contattare un medico se si hanno periodi di debolezza muscolare. Questo è particolarmente importante se avete casi in famiglia di paralisi periodica o disturbi della tiroide. I sintomi d’emergenza includono:

  • Difficoltà di respirazione, nel parlare o nella deglutizione;
  • Svenimenti.

PREVENZIONE: La consulenza genetica può essere consigliata. Trattare il disturbo tiroideo previene gli attacchi di debolezza.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?