Otosclerosi


Otosclerosi

L’otosclerosi è una crescita anormale delle ossa dell’orecchio medio che causa la perdita di udito.

CAUSE: La causa dell’otosclerosi è sconosciuta, ma sembra che vi sia una componente ereditaria. In questa condizione, un osso spugnoso anormale cresce nell’orecchio medio. Questa crescita impedisce all’orecchio di vibrare in risposta alle onde sonore. Questa mancanza di vibrazioni determina la perdita dell’udito, che continua a peggiorare con il tempo.

L’otosclerosi è la causa più frequente di perdita dell’udito dell’orecchio medio nei giovani adulti. Si tratta di un disturbo che peggiora lentamente, di solito inizio nella prima metà-adulta, è più comune nelle donne che negli uomini e di solito colpisce entrambe le orecchie. L’otosclerosi può portare non solo la perdita dell’udito, ma anche alla perdita dei nervi. I rischi comprendono la gravidanza e una storia familiare di perdita dell’udito. I caucasici sono più sensibili di altri all’otosclerosi.

SINTOMI: La perdita di udito può manifestarsi con una lenta perdita che continua a peggiorare, può creare fastidi nelle zone rumorose o far sentire un ronzio nelle orecchie (acufene).

DIAGNOSI: Un test dell’udito (l’audiometria/audiologia) può determinare il grado di perdita dell’udito. Una tomografia computerizzata delle ossa temporali può essere utilizzata per distinguere l’otosclerosi da altre cause di perdita dell’udito.

TERAPIA: L’otosclerosi può lentamente peggiorare. La condizione può non richiedere un trattamento fino a quando non si hanno problemi di udito gravi. I farmaci, come il fluoruro orale, il calcio, o la vitamina D, possono aiutare a controllare la perdita di udito, ma i benefici non sono ancora stati dimostrati.

Un apparecchio acustico può essere usato per trattare la perdita dell’udito. Questo non cura o previene la perdita dell’udito, ma può aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi. La chirurgia può rimuovere parte dell’orecchio (staffa) e sostituirla con una protesi in grado di curare la condizione. Una protesi totale è chiamato stapedetomia. A volte un laser è usato per fare un foro nella staffa per permettere il posizionamento del dispositivo protesico.

PROGNOSI: L’otosclerosi peggiora senza trattamento, ma la chirurgia può restituire almeno un udito parziale. La maggior parte delle complicanze della chirurgia migliorano da sole entro un paio di settimane. Per ridurre il rischio di complicazioni dopo un intervento chirurgico:

  • Non soffiare il naso per una settimana dopo l’intervento;
  • Evitare persone con infezioni respiratorie o di altro tipo;
  • Evitare di piegare, sollevare pesi o fare sforzi che possono causare capogiri;
  • Evitare rumori forti o cambiamenti improvvisi di pressione, come le immersioni subacquee, volo o la guida in montagna fino alla guarigione.

Se l’intervento chirurgico non riesce, può verificarsi la perdita totale dell’udito. Il trattamento comporta lo sviluppo di competenze per affrontare la sordità, compreso l’uso di apparecchi acustici e visivi. Possibili complicazioni possono essere

  • Sordità completa;
  • Infezione;
  • Vertigini;
  • Dolore;
  • Coaguli di sangue nelle orecchie dopo un intervento chirurgico.

Contattare un medico se si verifica la perdita dell’udito, la febbre, dolore alle orecchie, vertigini o altri sintomi dopo l’intervento chirurgico.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?