No Al Razzismo, Anti-senior Policy !

nonJean-Christophe Cambadélis è qualificato Alain Juppé “bisnonno” tutto questo perché lui è di 70 anni, come milioni di persone in francese! Secondo alcuni, il favorito dei sondaggi sarebbe troppo vecchio per essere Presidente. Si può criticare in bilancio, i suoi progetti, il suo carattere, ma non certo per la sua età! È razzismo, anti-senior, e nessuno. Tutti sono preoccupati, giustamente, la discriminazione, l’anti-invecchiamento nel mondo del lavoro, ma per gli altri, il razzismo, anti-senior in politica è normale e anche sano, sotto il pretesto di rinnovamento. Ricordate, lo stesso Alain Juppé come Primo Ministro, e 50 anni di età, che nel 1996 ha voluto vietare i candidati da oltre 75 anni di età, devono presentare al legislativo e di oltre 70 anni a livello regionale che a livello europeo! Con tale provvedimento, egli non poteva dire di essere un candidato nel 2017 ! Quindi cerchiamo di Fermare il razzismo, anti-senior policy !

Tutti coloro che vogliono a tutti i costi per ringiovanire la politica del personale dovrebbe ricordare alcune cifre : i pensionati account per il 29% dell’elettorato e più di un terzo dei voti espressi. Quindi perché non hanno i funzionari eletti che sono come loro?

Sapete che si può leggere nella relazione ufficiale del comitato di Francia Strategia, la proposta N°21 dice: “La misura sarebbe vieta di applicare per un mandato elettivo dopo 70 anni l’età del “pensionamento” di office che esiste per i lavoratori dipendenti pubblici e privati” per arrivare a questa conclusione, gli autori si sono ispirati dall’esempio della Tunisia e il Congo-Brazzaville (sic). Promuovere ufficialmente la discriminazione, abbiamo sognare? E questo deriva da un comitato sotto l’egida del Primo Ministro !

Focus sulla gioventù contro esperienza, tutti insieme contro i vecchi e i giovani questo è il disegno divertente della Repubblica, che ricordiamo è una e indivisibile.

Come possiamo lottare contro la discriminazione fondata sull’età nel mondo del lavoro e di promuovere, in una relazione ufficiale, preceduto da un ministro eletto all’età di 70 anni sono buoni per buttare via? Nel 1958, con questa proposta, Charles de Gaulle non sarebbe stato presente, sarebbe stata una buona cosa per il nostro paese? Il 60% dei parlamentari sono più di 60 anni, e poi? Sono stati eletti, e d’altra parte, sono anche un riflesso della società…

È importante sapere che l’età media degli eletti in Francia è pari al 59,6 anni. Questa è l’età della ragione e della temperanza, non è vero? In questi tempi duri, difficili e ansiogena, gli elettori non sono alla ricerca-che i politici eletti rassicurare?

E perché non tornare anche l’idea folle di un filosofo che voleva togliere il diritto di voto per gli anziani di oltre 80 anni, con il pretesto di conservatorismo e gâtisme? Alcuni dei giovani eletti avrebbe messo tutta la vecchia politica in pensione office. Ma a loro dire, attenzione, gli elettori, i cittadini anziani non tutti hanno il morbo di Alzheimer e si ricorderanno di quando il loro voto.

L’Autorità, agenzia ufficiale, in un rapporto ha detto che la discriminazione legate all’età sono in costante aumento. È il terzo criterio di discriminazione dopo l’origine e la disabilità, perché tutti gli autori di queste circa discriminante anti-senior policy, non sarebbe perseguibile, solo per fare un esempio?

L’ultima parola tornerà a Manuel Valls, parlando di Alain Juppé,”voglio dire a tutti coloro che sono preoccupati per la vostra fascia di età, sono in piena forma”, come milioni di anziani Signor Primo Ministro, e non dimenticate che!

il razzismo, anti-senior policy

Pubblicato in farm

Have something to say?