Meibomianite


Meibomianite

La meibomianite è un’infiammazione delle ghiandole di Meibomio, un gruppo di ghiandole sebacee delle palpebre. Queste ghiandole sono piccole aperture che rilasciano liquidi (oli) sui bordi delle palpebre.

CAUSE: Ogni condizione che aumenta lo spessore del secrezioni oleose delle ghiandole di Meibomio permetterà l’eccesso di oli che si accumulano sui bordi delle palpebre. Questo permette ai batteri, che sono normalmente presenti sulla pelle, di crescere. L’eccesso e l’ispessimento delle secrezioni oleose può essere causato da allergia, dall’adolescenza, o dalle condizioni generali della pelle come la rosacea. La meibomianite è spesso associata alla blefarite, che può causare un accumulo di sostanze simili alla forfora sulle palpebre.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Gonfiore dei margini delle palpebre;
  • Leggero offuscamento della vista a causa di olio in eccesso nelle lacrime;
  • Orzaiolo frequente.

DIAGNOSI: La meibomianite può essere diagnosticata con l’esame degli occhi. Esami speciali non sono richiesti.

TERAPIA: Un’accurata pulizia dei bordi delle palpebre di solito minimizza i sintomi. Il vostro medico può prescrivere una pomata antibiotica da applicare sul bordo della palpebra. Qualsiasi condizione generale della pelle, come acne o rosacea, può anche richiedere un trattamento.

PROGNOSI: La meibomianite non è una condizione che minaccia la vista. La maggior parte dei pazienti guarisce con il trattamento.

Contattare un medico se il trattamento non mostra miglioramenti o se si sviluppa l’orzaiolo.

PREVENZIONE: Un’attenta igiene della palpebra aiuterà a prevenire la meibomianite. Alcuni alimenti come il cioccolato possono aggravare la condizione. Il trattamento delle condizioni associate generali della pelle aiuta a prevenire la malattia.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?