Lacerazione di Mallory-Wiess


Lacerazione di Mallory-Wiess

La lacerazione di Mallory Weiss si verifica nella mucosa dell’esofago, dove si congiunge allo stomaco. Lo strappo può sanguinare.

CAUSE: La lacerazione di Mallory-Weiss non accade molto spesso. Essa è di solito causata da vomito o tosse forte a lungo termine, oppure può anche essere causata da convulsioni epilettiche. La lacerazione può essere seguita da vomito con sangue rosso vivo o far arrivare il sangue nelle feci. Qualsiasi condizione che porta ad attacchi violenti e lunghi di tosse o vomito possono causare queste lacerazioni.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Feci con sangue;
  • Vomito con sangue (rosso chiaro).

DIAGNOSI: Per diagnosticare questa patologia, gli esami da effettuare sono:

  • CBC che potrebbe mostrare ematocrito basso;
  • EGDS (esofagogastroduodenoscopia) che mostra una lacerazione con emorragia.

TERAPIA: La lacerazione di solito guarisce in circa 10 giorni senza trattamento. La chirurgia è raramente necessaria. I farmaci che sopprimono l’acidità di stomaco (inibitori della pompa protonica o H2 antagonisti) possono essere dati, ma non è chiaro se siano utili. Se la perdita di sangue è stata forte, le trasfusioni di sangue possono essere necessarie. Il sanguinamento eccessivo può avere bisogno di essere curato con un endoscopio. Nella maggior parte dei casi, l’emorragia si arresta senza trattamento entro poche ore.

PROGNOSI: L’emorragia ripetuta è rara se non c’è anche un problema di coagulazione del sangue. Il risultato dovrebbe essere buono. L’unica possibile complicazione può essere l’emorragia (perdita di sangue).

Contattare un medico se si inizia a vomitare sangue o se si notano feci sanguinolente.

PREVENZIONE: I trattamenti per alleviare il vomito e la tosse possono ridurre il rischio. Evitare l’uso eccessivo di alcool.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?