La triste storia di una donna mostrata con la sua grande glutei

Questa storia ha avuto luogo nel XIX secolo, nel momento di irrazionalità in cui la schiavitù, ha scritto racconti deplorevole. Questo che si sta andando a sapere è che di Saartjie Baartman, una giovane donna in mostra da avere una anomalia genetica.

Rapimento e della schiavitù

Saartjie Baartman di 20 anni e ha avuto una vita normale nel suo villaggio. Egli apparteneva all’etnia africana Khoikhoi, le persone che sono abituati a vivere fuori della terra, i loro animali e, profondamente radicate usanze della loro religione. Non sapevo nulla di questo giovane uomo di ciò che esisteva al di là dell’orizzonte in quella bellissima terra d’africa, un continente in lungo aggredito e umiliato dagli europei. La sua vita cambia radicalmente il giorno in cui è stata scattata da Hendrik Cezar e Alexander Dunlop, due francesi che erano nel corpo di Saartje, una caratteristica che stavo andando a fare un sacco di soldi.

Questo giovane uomo era affetto da quella che oggi è nota come esteatopigia, una malattia molto comune tra le tribù africane, come i boscimani e ottentotti, e che non è altro che un anormale accumulo di grasso sulle natiche. Qualcosa di normale, anche in tutte quelle persone che soffrono di obesità patologica. Ma il caso di Saartje era così visto, molto suggestiva, e questi due uomini videro in questa ragazza il modo per arricchirsi tramite visualizzazione da teatri e fiere a londra.

La “Venere nera”

mujer

Drew Venere nero o il “Hottentot Venere”, in cui si faceva riferimento per le persone e il gruppo etnico da cui è venuto. Senza sapere molto bene come o perché, Saartje si è trovata in un paio di giorni sui palchi di vari teatri di Londra. Lo spettacolo è stato elementare come umiliante. Il giovane aveva di rimanere nudo davanti al pubblico, e semplicemente per esporre le loro forme prima di tutti quegli occhi che hanno partecipato pieno di aspettative, di morboso. La maggior parte del pubblico, come è prevedibile, erano uomini. Cavalieri di diverse classi sociali, che non ha esitato a pagare prezzi elevati per vedere il giovane hottentot e i suoi grandi glutei.

Notte dopo notte l’abbiamo ripetuto lo stesso evento che per quattro lunghi anni, una vera tortura psicologica per questa donna che, senza l’intenzione o voglia, è diventato un’attrazione della fiera. Gli uomini che schiavi arricchiti così veloce che non ha esitato a ripetere l’esperienza in altre capitali. Così, dopo quattro anni e andò a Parigi. Anche qui è stato un notevole successo, sembra, malvagi, curiosi e affamati dal singolo del giovane Saartje, pagato mostra in pubblico, ma hanno voluto anche per eventi privati.

Là dove è stato osservato migliore e dove i loro “proprietari” ha ricevuto più soldi. Per fortuna presto sentito le voci degli abolizionisti, che ha visto in quell’atto, un imperdonabile umiliazione e depravato che dovrebbe essere bannato immediatamente.

Hendrik Cezar e Alexander Dunlop si sono difesi contro la critica con il commento facile che Saartje, ha agito in modo del tutto volontario, perché lei avrebbe voluto. E questo è dimostrato dal contratto che aveva firmato. Ma quel documento è stato scritto in olandese, una lingua che i nostri giovani, naturalmente, erano completamente sconosciuti per me.

La fine di una vita di stenti

africa

La critica dello spettacolo di la Venere Nera è più continuo, in modo che i proprietari sono stati costretti a chiudere e vendere a Saartjie. Venduta a un imprenditore francese che ha voluto sfruttare la fama della ragazza per prendere vantaggio di esso.

…Ma un gioco più scuro e umiliante. Organizzato eventi privati in cui per visualizzare di nuovo, in tane le strade parigine in cui ha usato per prostituirla. Per tutti quegli uomini che hanno voluto, poteva andare a letto con la ragazza di grandi natiche, con la famosa Venere Hottentot.

E ‘ stato così come ha trascorso diversi anni, fino a quando a poco a poco tutto quel mondo di disagio e infelicità ha finito per essere riflessa nella vostra salute. Non è chiaro quale era la fonte della sua morte, ma c’è di non pensare troppo… la sifilide, la tubercolosi, la polmonite, e, naturalmente, la tristezza. Un’immensa tristezza per una vita che non è mai stato in grado di capire.

Si potrebbe a questo punto pensare che la sua vita, infine, è venuto a riposare dopo la sua morte. Ma così non è stato, a tutti. Dopo la morte, il corpo di Saartje è stato sezionato per essere nuovamente esposta nel Museo di diritti di Parigi. Ha esposto il suo cervello, organi genitali e scheletro. E c’è stato fino ad ora che gli anni 70, quando si era finalmente deciso a salvare la testimonianza della crudeltà umana, e tutto ciò che la schiavitù intesa per la nostra società.

Il vero riposo per Saartjie Baartman arrivato quando Nelson Mandela, nel 1984, ha chiesto che i resti di questo giovane uomo di tornare in Africa per essere sepolto come dovrebbero. A tal fine, troverete il riposo e la pace che meritava, quella terra che lo aveva visto nascere e che, mai dovuto lasciare. Le donne di grandi glutei, o questa Venere Negra, è un altro esempio di quelle storie che non sarebbe mai dovuto accadere e che, senza dubbio, non devono essere ripetuti.

Have something to say?