Ittero neonatale


Ittero neonatale

L’ittero neonatale è una condizione caratterizzata da elevati livelli di bilirubina nel sangue. L’aumento della bilirubina causa un colorito giallo della pelle e della sclera degli occhi nel bambino.

CAUSE: La bilirubina è un pigmento giallo che si crea nel corpo durante il normale recupero di vecchi globuli rossi. Il fegato processa la bilirubina nel sangue in modo che possa essere rimossa dal corpo nelle feci. Prima della nascita, la placenta rimuove la bilirubina dal bambino in modo che possa essere elaborata dal fegato della madre. Immediatamente dopo la nascita, il fegato del bambino comincia questo lavoro, ma può richiedere tempo. Pertanto, i livelli di bilirubina in un neonato sono in genere un po’ più alti dopo la nascita.

Elevati livelli di bilirubina nel corpo possono causare un colorito della pelle giallo. Questo è l’ittero. L’ittero è presente in una certa misura nella maggior parte dei neonati. Tale “ittero fisiologico” appare di solito tra i giorni 2 e 3, ma passa dopo 2 settimane e non causa problemi.

Il latte materno è un altra comune causa di ittero neonatale. Il latte materno può contenere una sostanza che aumenta il riutilizzo di bilirubina nell’intestino. Tale ittero appare in alcuni bambini sani allattati al seno dopo 7 giorni di vita, e di solito ha picchi durante le settimane 2 e 3. Può durare a bassi livelli per un mese o più. A volte l’ittero può essere un segno di un grave problema di fondo. Più alti livelli di bilirubina possono essere dovuti ad un evento o condizione che aumenta il numero di globuli rossi che devono essere elaborati o a tutto ciò che interferisce con la capacità del corpo di processare e rimuovere la bilirubina.

I seguenti casi aumentano il numero dei globuli rossi che devono essere trattati:

  • Cellule del sangue con forme anomali come anemia congenita sferocitica o ellissocitosi;
  • Incompatibilità di gruppo sanguigno con la madre;
  • Cefaloematoma o altre lesioni alla nascita;
  • Deidrogenasi glucosio-6-fosfato;
  • Alti livelli di globuli rossi comuni nell’età gestazionale o nei gemelli;
  • Infezione;
  • Prematurità;
  • Deficit di piruvato chinasi;
  • Trasfusioni.

Le seguenti condizioni interferiscono con la capacità del corpo di elaborare e rimuovere la bilirubina:

  • Deficit di alfa-1 antitripsina;
  • Atresia biliare;
  • Alcuni farmaci;
  • Citomegalovirus congenito;
  • Herpes congenita;
  • Ipotiroidismo congenito;
  • Rosolia congenita;
  • Sifilide congenita;
  • Toxoplasmosi congenita;
  • Malattia di Crigler-Najjar;
  • Fibrosi cistica;
  • Malattia di Gaucher;
  • Sindrome di Gilbert;
  • Ipossia;
  • Infezioni (come la sepsi);
  • Sindrome di Lucey-Driscol;
  • Epatite neonatale;
  • Malattia di Niemann-Pick;
  • Prematurità.

Nei bambini altrimenti sani nati a 35 settimane di gestazione o maggiori, quelli che sviluppano segni di ittero neonatale possono avere:

  • Un fratello o sorella che avevano bisogno di fototerapia per ittero;
  • Un livello elevato di bilirubina per la loro età, anche se non sono ancora itterici;
  • Sono allattati solo al seno, soprattutto se il peso è eccessivo;
  • Incompatibilità sanguigna di gruppo o per altre note malattie dei globuli rossi;
  • Cefaloematoma o lividi evidenti;
  • Antenati dell’estremo Oriente;
  • Ittero nelle prime 24 ore di vita.

SINTOMI: Il sintomo principale è un colore giallo della pelle. Il colore giallo si vede meglio dopo una leggera pressione di un dito sulla pelle. Il colore comincia a volte sul viso e poi si sposta verso il petto, la zona del ventre, le gambe e le piante dei piedi. A volte, i neonati con ittero grave hanno estrema stanchezza e scarsa alimentazione.

DIAGNOSI: Tutti i neonati dovrebbero essere esaminati per l’ittero almeno ogni 8-12 ore per il primo giorno di vita. Qualsiasi bambino in cui compare ittero nelle prime 24 ore dovrebbero avere misurati i livelli di bilirubina immediatamente. Questo può essere fatto con un test cutaneo o del sangue.

I bambini dovrebbero essere controllati per il rischio di successivo sviluppo di ittero prima di lasciare l’ospedale. I casi sono classificati a basso rischio, basso rischio intermedio, alto rischio intermedio, o ad alto rischio. Ulteriori test possono essere effettuati come, ad esempio, la possibilità di vedere se i livelli di bilirubina aumentano più rapidamente del previsto. I test che saranno probabilmente effettuati includono:

  • Esame emocromocitometrico completo;
  • Test di Coombs;
  • Misurazione dei livelli di specifici tipi di bilirubina;
  • Reticolociti.

Il livello di albumina nel sangue del bambino può anche essere controllato. I livelli di albumina bassi possono aumentare il rischio di danni da ittero eccessivo.

TERAPIA: Il trattamento di solito non è necessario. Tenere il bambino ben idratato con latte materno o una formula consigliata dal medico. Poppate frequenti incoraggiano frequenti defecazioni che aiutano a rimuovere la bilirubina.

A volte la fototerapia è usata sui bambini i cui livelli sono molto elevati. Alcune luci blu abbattono la bilirubina nella pelle. Nei casi più gravi di ittero, una trasfusione di scambio è obbligatoria. In questa procedura, il sangue del bambino è sostituito con sangue fresco. Trattare i neonati gravemente itterici con immunoglobulina per via endovenosa può anche essere molto efficace nel ridurne i livelli.

PROGNOSI: Solitamente l’ittero neonatale non è nocivo. Per la maggior parte dei bambini di solito passa senza trattamento entro 1-2 settimane. Tuttavia, se l’ittero grave non è curato, elevati livelli di bilirubina possono danneggiare il cervello. Per i bambini che necessitano di trattamento, le cure di solito sono molto efficaci. Possibili complicazioni possono essere rare ma gravi come:

  • Paralisi cerebrale infantile;
  • Sordità;
  • Kernittero, danni al cervello dovuti a livelli di bilirubina molto alti.

Tutti i bambini dovrebbero essere visitati da un medico nei primi 5 giorni di vita per verificare l’ittero. L’ittero è una situazione di emergenza se il bambino ha la febbre, è diventato apatico o non è ben nutrito. L’ittero può essere pericoloso nei neonati ad alto rischio.

Non è generalmente pericoloso, specialmente nei neonati sani. Contattare il medico se l’ittero è grave (la pelle è di colore giallo forte), se continua ad aumentare dopo la visita per più di 2 settimane, se altri sintomi si sviluppano o se anche i piedi sono di colore giallo.

PREVENZIONE: Nei neonati, un certo grado di ittero è normale e probabilmente non prevenibile. Il rischio di ittero significativo può spesso essere ridotto con l’alimentazione per almeno 8-12 volte al giorno per i primi giorni e con attenzione ai neonati a più alto rischio. Tutte le donne incinte dovrebbero essere testate per il tipo di sangue e gli anticorpi insoliti. Se la madre è Rh negativo, il test sul cordone del neonato è raccomandato. Questo può essere fatto anche se il tipo di sangue della madre è O+, ma non necessariamente, se avviene un attento monitoraggio.

Un controllo su tutti i bambini durante i primi 5 giorni di vita può prevenire le complicanze dell’ittero. Idealmente, questo include:

  • Considerazione del rischio di ittero;
  • Controllo del livello di bilirubina nel primo giorno;
  • Visite di controllo programmate nella prima settimana di vita per i bambini dimessi dopo 72 ore.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?