Ischemia intestinale


Ischemia intestinale

L’ischemia intestinale, o infarto intestinale, è un danno (ischemia) o morte (infarto) di parte dell’intestino a causa di una diminuzione della sua vascolarizzazione.

CAUSE: Ci sono diverse possibili cause di ischemia e infarto intestinale:

  • Ernia: se l’intestino si muove nel posto sbagliato o si aggroviglia;
  • Adesioni: l’intestino può restare intrappolati nel tessuto cicatriziale per un intervento chirurgico passato;
  • Embolo: un grumo di sangue dal cuore o dai vasi sanguigni principali può viaggiare attraverso il flusso sanguigno e bloccare una delle arterie che irrorano l’intestino. I pazienti con precedenti attacchi cardiaci o con aritmie, come la fibrillazione atriale, sono a rischio per questo problema;
  • Trombosi arteriosa: le arterie che forniscono sangue all’intestino possono ridursi a causa della malattia aterosclerotica (l’accumulo di colesterolo) che le blocca. Quando questo accade nelle arterie del cuore, causa un attacco di cuore. Quando accade nelle arterie verso l’intestino, provoca l’ischemia intestinale;
  • Trombosi venosa: le vene che trasportano il sangue dal intestino possono essere bloccate da coaguli di sangue. Questo blocca il flusso di sangue negli intestini. E’ più comune nelle persone con malattie del fegato, il cancro o disturbi della coagulazione del sangue;
  • Bassa pressione sanguigna: comune in pazienti che hanno già restringimento delle arterie intestinali. Questa si verifica in genere nei pazienti malati con altre condizioni.

SINTOMI: Il segno distintivo dell’ischemia intestinale è il dolore addominale. Altri sintomi includono:

  • Diarrea;
  • Febbre;
  • Vomito.

DIAGNOSI: I test di laboratorio possono mostrare un elevato numero di globuli bianchi (un marker dell’infezione) e acido nel sangue in aumento. Altri test sono angiogramma e TAC dell’addome. Nessuno di questi è infallibile. A volte l’unico modo sicuro per diagnosticare l’ischemia intestinale è con un intervento chirurgico.

TERAPIA: Il trattamento di solito richiede un intervento chirurgico. Il tratto di intestino morto viene rimosso, e le estremità sane residue ricollegate. In alcuni casi, una colostomia o ileostomia è necessaria. Un blocco delle arterie che irrorano l’intestino è corretto, se possibile.

PROGNOSI: L’ischemia intestinale è una condizione grave che può portare alla morte se non trattata tempestivamente. Le prospettive di guarigione dipendono dalla causa. Un buon risultato può essere ottenuto con un trattamento immediato. Possibili complicazioni possono essere una colostomia o ileostomia, temporanee o permanenti, la peritonite, febbre e infezione del sangue (sepsi).

Contattare un medico se avete un forte dolore addominale.

PREVENZIONE: Le misure preventive comprendono:

  • Controllo dei fattori di rischio, come l’aritmia cardiaca, pressione alta e colesterolo alto;
  • Non fumare;
  • Seguire una dieta sana;
  • Curare rapidamente l’ernia.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?