Infertilità maschile


Infertilità maschile

L’infertilità primaria descrive le coppie che non sono mai state in grado di avere una gravidanza dopo almeno 1 anno di rapporti sessuali non protetti. L’infertilità secondaria descrive le coppie che hanno avuto una gravidanza, ma non sono state in grado di averne un’altra.

CAUSE: Le cause dell’infertilità comprendono una vasta gamma di fattori sia fisici che emozionali. L’infertilità di una coppia può essere dovuta a fattori femminili, fattori maschili, o entrambi. L’infertilità maschile può essere dovuta a:

  • Una diminuzione del numero di spermatozoi;
  • Sperma bloccato prima del rilascio;
  • Spermatozoi che non funzionano correttamente.

Questi tre fattori possono essere causati da:

  • Inquinanti ambientali;
  • Eposizione a calore elevato per periodi prolungati;
  • Anomalie genetiche;
  • Uso frequente di alcool, marijuana o cocaina;
  • Carenza ormonale o prendere troppi ormoni;
  • Impotenza;
  • Infezioni dei testicoli o epididimo;
  • Età avanzata;
  • Chemioterapia precedente;
  • Precedenti infezioni (comprese le malattie sessualmente trasmesse), traumi o interventi chirurgici;
  • Esposizione alle radiazioni;
  • Eiaculazione retrograda;
  • Fumo;
  • Chirurgia o traumi;
  • Utilizzo di farmaci.

Nelle coppie sane sotto i 30 anni che fanno sesso regolarmente, la possibilità di gravidanza è solo il 25-30% al mese. Il picco di fertilità di una donna si verifica intorno ai 20 anni. Oltre 35 (e soprattutto dopo i 40 anni), la probabilità di gravidanza scendono a meno del 10% al mese. L’aiuto per l’infertilità dipende dall’età.

SINTOMI: Il sintomo fisico di infertilità è l’incapacità di avere una gravidanza. Vivere l’infertilità può portare ad una gamma di emozioni dolorose in uno o entrambi i membri della coppia. In generale, avere almeno un figlio tende ad ammorbidire queste emozioni dolorose.

DIAGNOSI: Una storia medica completa e un esame fisico di entrambi i partner è essenziale. I test per gli uomini possono includere analisi dello sperma e biopsia testicolare (eseguita raramente).

TERAPIA: Aumentare le probabilità di rimanere incinta ogni mese avendo rapporti sessuali almeno una volta ogni 3 giorni nella settimane precedenti e durante il tempo previsto di ovulazione. L’ovulazione avviene circa 2 settimane prima del periodo mestruale successivo. Quindi, se si ha un ciclo ogni 28 giorni, si devono avere rapporti sessuali almeno ogni 3 giorni tra il 7° e il 18° giorno dopo il ciclo. Il trattamento dipende dalla causa dell’infertilità e può comportare:

  • Formazione e consulenza;
  • Procedure mediche come ad esempio l’inseminazione intrauterina e fecondazione in vitro;
  • Farmaci per il trattamento di infezioni e disturbi della coagulazione, o per promuovere l’ovulazione.

E’ importante riconoscere e discutere l’impatto emotivo che l’infertilità ha su di voi e il vostro partner, e rivolgersi al medico.

PROGNOSI: Una causa può essere determinata per circa l’80-85% delle coppie sterili. Ottenere la giusta terapia (escluse le tecniche avanzate come la fecondazione in vitro) permette che la gravidanza si verifichi nel 50-60% delle coppie sterili. Senza alcun trattamento, il 15-20% delle coppie infertili riescono ad avere una gravidanza.

Possibili complicazioni, sebbene l’infertilità non provochi una malattia fisica, possono essere:

  • Un forte impatto emotivo sulle coppie e gli individui;
  • Problemi con il matrimonio;
  • Depressione e ansia.

Contattare un medico se non si riesce a rimanere incinta.

PREVENZIONE: Poiché le malattie sessualmente trasmissibili sono spesso causa di infertilità, praticare comportamenti sessuali più sicuri può minimizzare il rischio. Gonorrea e clamidia sono le due più comuni cause di infertilità correlate alle malattie sessualmente trasmissibili. Alcune di esse non hanno sintomi in un primo momento, come la salpingite che si verifica in cicatrici nelle tube di Falloppio e porta a riduzione della fertilità, infertilità, o un aumentato rischio di gravidanza ectopica.

Ottenere un vaccino contro la parotite negli uomini ha dimostrato di prevenire la parotite e la sua complicazione, l’orchite. Il vaccino previene la sterilità legata alla parotite.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?