Il tenore di Vita dei Pensionati, di Ridurre a partire Dal 2015, Secondo L’NRC !

Senior' Couple Walking In ParkQuesta frase è uno shock, ecco cosa si può leggere nella relazione del CDR (conseil d’orientation des retraites), che saranno pubblicate domani ! Questo documento è da aver paura, perché il famoso equilibrio finanziario del sistema pensionistico sarà ottenuta …il 2030 ! E, tuttavia, si richiederebbe che il tasso di disoccupazione si è stabilizzato a 4,5% e che la crescita raggiunge 1,5% all’anno ! In sintesi i pensionati dovrebbero aspettarsi un domani che déchantent perché ci stiamo concentrando in tutti i casi, ad un degrado del livello di vita dei pensionati vis-à-vis il resto della popolazione ! E tutto questo a causa dell’indicizzazione delle pensioni all’inflazione, che sta per essere una differenza di più tra salari e pensioni. In aggiunta a in un altro rapporto, il congelamento delle pensioni per il 2015 è confermato. Cupe prospettive ci attendono :

La NRC presenterà un allarmante rapporto, ma il rapporto presentato ieri a i conti di Sicurezza Sociale non è il miglior auspicio :

Nel 2014, il ramo di vecchiaia è stato un deficit di 1,2 miliardi di dollari e la vecchiaia fondo di solidarietà ha mostrato un saldo negativo di 3,5 miliardi di dollari ! È da notare che il deficit del fondo per la terza età è stato aumentato a € 232 milioni di euro a causa del famoso bonus di 40€ per l’eventuale pensione di meno di 1200€.

Ma se si scava un po ‘ di più questo rapporto ufficiale, e qui nessuno ha sottolineato, è quello di agire per il 2015, la non rivalutazione delle pensioni ! Così, pagina 99 di questa relazione si può leggere :

“In applicazione della legge del 20 gennaio 2014, la rivalutazione di tutta la pensione (escluse le pensioni minime e supplemento terza persona), avrà luogo il 1 ° ottobre di ogni anno sulla base dell’inflazione pubblicato nel rapporto economico, sociale e finanziario (RESF) associati con il progetto di legge finanziaria. L’assenza di una rivalutazione nel 2014 è il risultato di una ipotesi di inflazione dello 0,5% trattenuto per il 2014, di ridurre la varianza di inflazione (0,5%) tra l’inflazione effettuata nel 2013 (0.7%), e la previsione che era stata adottata nel mese di aprile 2013 (1,2%). È da notare che, in assenza di inflazione, il governo ha deciso di pagare un bonus di 40 € per i pensionati che ricevono la pensione a meno di 1200 €. Questo premio, sostenuto dal FSV, è eccezionale e non entra in campo classico della rivalutazione delle pensioni di vecchiaia. Infine, l’attuale previsione comporterebbe una mancanza di rivalutazione per il 1 ottobre 2015. Infatti, la previsione di inflazione per il 2015 è pari a zero, e il gel inizialmente previsto durante l’elaborazione della legge finanziaria emendamento per la sicurezza sociale del luglio 2014 a led per non includere una patch tra la previsione di inflazione per il 2014 e l’inflazione è infine riconosciuto.

Quando si è detto che i pensionati sono preoccupato. E non c’è bisogno di aspettare per il 2030, da quest’anno, il potere d’acquisto dei pensionati, di declino. E questo, ancora una volta, nella generale indifferenza.

diminuire in pensione retraitegel ritiri

Pubblicato in farm

Have something to say?