Il Legame Dimostrato Tra l’obesità E la malattia di Alzheimer.

La malattia di Alzheimer colpisce più di 850.000 persone in Francia e, secondo gli scienziati dell’Inserm, è stato stabilito un collegamento fra l’obesità e la malattia di Alzheimer. Questa esperienza a base di topi geneticamente modificati per renderli obesi, mostra che essi sono inclini a perdita di memoria e di sviluppare malattie simili a questa tragica malattia per i singoli ma anche per i propri cari.

La malattia di Alzheimer è definito da una disfunzione del cervello. I ricercatori hanno identificato due anomalie nel cervello del morbo di Alzheimer vittime :

– la presenza di placche senili, nella corteccia cerebrale, che si trovano anche nella trisomia 21.

-ma ci sono anche gli aggregati di proteine Tau, che interrompono il funzionamento dei neuroni. La presenza di questa proteina va di pari passo con la fine del ciclo di vita delle cellule del cervello.

Ciò che è interessante di questo studio è che l’obesità è già responsabile di alcuni diabete, alta pressione sanguigna e difficoltà di respirazione potrebbe quindi indurre un aumento della placca senile e, eventualmente, una degenerazione del cervello causato dal troppo forte presenza della proteina Tau.

Quindi una cura per l’obesità ha un impatto immediato su alta pressione sanguigna, in particolare, ma è anche una prevenzione per la malattia di Alzheimer.

Il deterioramento mentale è sempre esistito, ma è solo nel 1907, dr. Alois Alzheimer fatto i primi studi scientifici. Si décela per la prima volta, durante un’autopsia di una donna che ha avuto frequenti di perdita di memoria, una significativa presenza di placche amyloides, placche senili.

Va notato che i medici prevedono che entro il 2020, più di 2 milioni di persone saranno colpite dalla malattia di Alzheimer.

Il morbo di Alzheimer

Pubblicato in farm

Have something to say?