Gonococcemia diffusa


Gonococcemia diffusa

La gonococcemia diffusa è una malattia a trasmissione sessuale causata dal batterio Neisseria gonorrhoeae.

CAUSE: La gonorrea è una delle più comuni malattie infettive. Chiunque sia sessualmente attivo può prendere la gonorrea. L’infezione può essere diffusa attraverso la bocca, vagina, pene o ano. La gonococcemia diffusa può essere molto grave. L’infezione può svilupparsi da diversi giorni a 2 settimane dopo l’infezione primaria da gonorrea. L’infezione si diffonde attraverso la circolazione sanguigna ad altre parti del corpo. Una donna infetta può trasmettere l’infezione al suo neonato durante il parto.

La malattia è più comune nelle grandi città, aree urbane, tra la popolazione con più bassi livelli generali di istruzione, e le persone con basso status socioeconomico. I fattori di rischio includono avere più partner sessuali, avere un partner con una storia pregressa di qualsiasi malattia a trasmissione sessuale, e fare sesso senza utilizzare un preservativo.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Brividi;
  • Febbre;
  • Sensazione di malessere generale;
  • Dolore alle articolazioni;
  • Gonfiore delle articolazioni;
  • Tendini dei polsi dolorosi;
  • Eruzione cutanea piatta, rosa a macchie rosse che possono riempirsi di pus.

La combinazione di rash cutaneo, dolori e gonfiore dei tendini è nota anche come sindrome da dermatite-tenosinovite.

DIAGNOSI: La gonorrea è spesso associata con la presenza di altre malattie sessualmente trasmissibili. Circa la metà delle donne con gonorrea sono anche infette da clamidia, un’altra malattia a trasmissione sessuale molto comune, che può portare alla sterilità. Se avete la gonorrea, si dovrebbe richiedere il test per altre malattie sessualmente trasmissibili, compreso l’AIDS.

Le analisi di laboratorio forniscono la prova assoluta di un’infezione da gonorrea. In generale vengono presi campioni di cervice, vagina, uretra, ano o gola. La diagnosi preliminare viene fatta spesso entro le 24 ore ed una diagnosi confermata entro 72 ore.

TERAPIA:  Ci sono due obiettivi nel trattamento di una malattia a trasmissione sessuale. Il primo è quello di curare l’infezione nel paziente. Il secondo è quello di individuare e testare tutte le altre persone con cui ha avuto contatti sessuali e curarle per prevenire l’ulteriore diffusione della malattia. La penicillina è usata per i pazienti con gonorrea. Ma alcuni tipi di batteri della gonorrea non rispondono più al farmaco perché sviluppano resistenza agli antibiotici.

I batteri responsabili della gonorrea crescono sempre più resistenti ad un’altra classe di antibiotici chiamati fluorochinoloni, che include ciprofloxacina, ofloxacina o levofloxacina. Per questo ora la gonorrea è curata con antibiotici potenti chiamati cefalosporine, come il ceftriaxone. Per la gonococcemia, il trattamento è di solito prima dato per mezzo di una flebo, anziché per via orale. Dal momento in cui la clamidia si verifica spesso con la gonorrea, il trattamento per la clamidia è spesso assegnato contemporaneamente. Una visita di controllo dopo il trattamento è importante per effettuare i test di laboratorio in modo da ricontrollare e assicurarsi che l’infezione sia guarita.

PROGNOSI: Con un trattamento adeguato, si può guarire. Quando il trattamento viene ritardato vi è una maggiore probabilità di complicanze. Possibili complicazioni possono essere:

  • Endocardite gonococcica;
  • Meningite gonococcica.

Contattare un medico se si hanno i sintomi della gonococcemia diffusa.

PREVENZIONE: L’astinenza è l’unica prevenzione certa. Altri tipi di prevenzione consistono nel seguire pratiche sessuali più sicure come la monogamia e l’utilizzo dei profilattici. Il trattamento di tutti i partner sessuali di una persona infetta è essenziale per prevenire un’ulteriore diffusione o reinfezione.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?