Giardiasi

Giardiasi

La giardiasi è un tipo di gastroenterite, o infiammazione dell’intestino, causata da una infezione del parassita Giardia lamblia. Il parassita è stato identificato nel 1681 da Anton von Leeuwenhoek, il “padre della microbiologia”. Nel 1859 un medico boemo, Vilem Lambl, ha scoperto la giardia nelle feci umane e da allora si è pensato fosse un occupante inoffensivo dell’intestino. Solo dal 1970 alla giardia è stato dato il suo status di parassita come una delle cause più comuni delle malattie diarroiche.

La giardia è un tipo di organismo unicellulare chiamato protozoo. E’ la prima causa in Occidente di diarrea, e una delle principali cause di diarrea infantile nei Paesi in via di sviluppo. Tuttavia, la giardia può essere trovata in tutto il mondo ed è uno dei parassiti intestinali più comuni.

CAUSE: Le persone o gli animali che trasportano la giardia nei loro intestini la diffondono attraverso le feci. Il parassita è poi diffuso attraverso una scarsa igiene o con la contaminazione di terreno, cibo o acqua. Il parassita può sopravvivere per lunghi periodi al di fuori di un organismo ospite. Per poter essere contaminata, una persone deve:

  • Mettere qualcosa in bocca che è stato contaminato da feci di una persona o animale infetto;
  • Bere acqua potabile contaminata;
  • Bere acqua in posti contaminati come piscine, vasche idromassaggio, laghi, fiumi o stagni;
  • Mangiare alimenti contaminati, in particolar modo la lattuga;
  • Venire a contatto con superfici o oggetti che sono stati contaminati da una persona infetta.

SINTOMI: Una ragione per cui può essere difficile controllare la diffusione della giardiasi è che il 15% delle persone portatrici dell’organismo non hanno sintomi. Esse diventano una fonte del parassita, contaminando l’ambiente senza rendersene conto. Tuttavia, la maggior parte delle persone sviluppa una varietà di sintomi gastrointestinali, diarrea acquosa in particolare, ma anche gas, flatulenza, indigestione, nausea e crampi allo stomaco. Questi sintomi possono persistere per parecchie settimane e, senza trattamento, possono portare a disidratazione e perdita di peso. Nei Paesi in via di sviluppo, dove le persone (soprattutto bambini) potrebbero già essere malnutrite, l’infezione può rivelarsi fatale.

DIAGNOSI: La giardiasi viene diagnosticata controllando i campioni di feci per cercare il parassita. Può essere difficile da trovare, però, e spesso è necessario inviare diversi campioni per l’analisi.

TERAPIA: Alcune persone guariscono completamente senza trattamenti specifici. Per gli altri, l’infezione persiste per settimane o addirittura mesi. Il trattamento con antibiotici abbrevia il decorso della malattia e riduce il rischio di diffusione a terzi. La terapia antibiotica è particolarmente importante per chi, come i bambini piccoli, è a maggior rischio. Occorre inoltre adottare curare o prevenire la disidratazione, e le persone con giardiasi dovrebbero bere molti liquidi. La disidratazione grave può rendere necessario un ricovero ospedaliero.

PREVENZIONE: Le norme igieniche dovrebbero aiutare a proteggersi dalla giardia. Lavarsi sempre le mani dopo aver usato la toilette o aver cambiato i pannolini, e prima di toccare il cibo. Non condividere gli asciugamani. Non fare il bagno, o lasciare che i vostri bambini nuotino in piscine, fiumi, laghi o mare se hanno la diarrea, e per almeno due settimane dopo il trattamento.

Quando ci si reca all’estero, accertarsi che l’approvvigionamento di acqua sia sicuro, o bere solo acqua in bottiglia o purificata. Evitare anche di mettere ghiaccio nelle bevande, e lavare bene frutta e verdura con acqua corrente. Evitare l’esposizione alle feci durante l’attività sessuale (gli omosessuali possono avere un aumentato rischio di infezione).

[Fonte: BBC]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?