Fistola arterovenosa polmonare


Fistola arterovenosa polmonare

La fistola arterovenosa polmonare è una condizione nella quale una connessione anormale (fistola) si sviluppa tra una arteria e la vena nei polmoni. Come risultato, il sangue passa attraverso i polmoni senza ricevere abbastanza ossigeno.

CAUSE: Le fistole arterovenose polmonari di solito sono il risultato di una malattia genetica che causa uno sviluppo anomalo dei vasi sanguigni del polmone. Le fistole possono anche essere una complicanza di una malattia del fegato. I pazienti con il morbo di Rendu-Osler-Weber, detto anche teleangectasia emorragica ereditaria, hanno spesso vasi sanguigni anomali in molte parti del corpo. Questi vasi possono essere anormali nel cervello, polmoni, passaggi nasali, fegato, e negli organi gastrointestinali. Questa condizione è leggermente più comune nelle donne che negli uomini.

SINTOMI: Molte persone non hanno sintomi. Quando si manifestano, essi possono includere:

  • Sangue nell’espettorato;
  • Difficoltà di respirazione;
  • Difficoltà nell’esercizio fisico;
  • Epistassi;
  • Mancanza di respiro sotto sforzo;
  • Mormorio sentito con uno stetoscopio posto sopra il vaso sanguigno anormale;
  • Ascessi o infezioni delle valvole cardiache;
  • Pelle blu (cianosi).

DIAGNOSI: Dalle analisi del sangue risulterà alta conta dei globuli rossi e basso livello di ossigeno. Altri test includono:

  • Radiografia del torace;
  • Tomografia Computerizzata del torace;
  • Arteriografia polmonare.

TERAPIA: Un piccolo numero di pazienti che non hanno sintomi può non aver bisogno di un trattamento specifico. Per la maggior parte dei pazienti con fistole, il trattamento cerca di bloccare la fistola durante un arteriogramma (embolizzazione). Alcuni pazienti possono richiedere un intervento chirurgico per rimuovere i vasi anomali ed il tessuto polmonare nelle vicinanze.

PROGNOSI: Le prospettive di guarigione per i pazienti con la teleangectasia emorragica ereditaria non sono buone come per quelli senza la condizione. E’ possibile che la malattia ritorni dopo l’embolizzazione. Un intervento chirurgico per rimuovere i vasi anomali può ridurre le probabilità che la condizione ritorni.

Le complicazioni dopo il trattamento sono insolite, ma possono comprendere:

  • Emorragia nei polmoni;
  • Coagulo di sangue che si sposta dai polmoni alle braccia, gambe o cervello (embolia paradossa);
  • Infezione nella valvola del cervello o del cuore.

Contattare un medico se si hanno spesso sangue dal naso o difficoltà a respirare, soprattutto se si ha avuto in passato la teleangectasia emorragica ereditaria.

PREVENZIONE: Poiché tale condizione è spesso genetica, la prevenzione generalmente non è possibile.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?