Fibromialgia

donna con fibromialgia
Fibromialgia

La fibromialgia è una sindrome comune in cui una persona prova dolore e mollezza nelle articolazioni, muscoli, tendini e altri tessuti molli, a lungo termine. La fibromialgia è stata anche collegata alla stanchezza, disturbi del sonno, mal di testa, depressione e ansia.

CAUSE: La causa è sconosciuta. Possibili cause o inneschi della fibromialgia comprendono:

  • Traumi fisici o emotivi;
  • Risposta anomala del dolore (le aree del cervello che sono responsabili del dolore possono reagire in modo diverso nei pazienti con fibromialgia);
  • Disturbi del sonno;
  • Infezioni, anche se nessun virus è stato identificato.

La fibromialgia è più comune tra le donne di età compresa tra 20 e 50 anni. Le seguenti condizioni possono essere viste con la fibromialgia o imitarne i sintomi:

  • Dolore cronico al collo o alla schiena;
  • Sindrome da stanchezza cronica;
  • Depressione;
  • Ipotiroidismo;
  • Malattia di Lyme;
  • Disturbi del sonno.

SINTOMI: Il dolore è il sintomo principale della fibromialgia. Può essere da lieve a grave. I punti dolorosi si trovano nel tessuto molle nella parte posteriore del collo, spalle, petto, parte inferiore della schiena, fianchi, tibie, gomiti e ginocchia, ma si diffonde anche fuori da queste zone. Il dolore può sentirsi come profondo o un bruciore. Le articolazioni non sono interessate, anche se il dolore può sembrare come provenire dalle articolazioni.

Le persone con fibromialgia tendono a svegliarsi con dolori muscolari e rigidità. Per alcuni pazienti, il dolore aumenta durante il giorno e peggiora durante la notte. Alcuni pazienti hanno dolore per tutto il giorno. Il dolore può peggiorare con il tempo di attività, freddo o umido, ansia e stress. I problemi di affaticamento, umore, depressione e sonno sono visti in quasi tutti i pazienti con fibromialgia. Molti dicono che non riescono a prendere sonno o a rimanere addormentati, e si sentono stanchi quando si svegliano. Altri sintomi della fibromialgia possono includere:

  • Sindrome dell’intestino irritabile;
  • Difficoltà di memoria e concentrazione;
  • Intorpidimento e formicolio alle mani e ai piedi;
  • Palpitazioni;
  • Ridotta capacità di esercizio;
  • Tensione o emicrania.

DIAGNOSI: Per essere diagnosticata la fibromialgia, devono esserci almeno 3 mesi di dolori diffusi e mollezza in almeno alcune delle seguenti aree:

  • Braccia (gomiti);
  • Natiche;
  • Petto;
  • Ginocchia;
  • Parte bassa della schiena;
  • Collo;
  • Gabbia toracica;
  • Spalle;
  • Cosce.

Gli esami del sangue e delle urine sono di solito normali. Tuttavia, i test possono essere effettuati per escludere altre condizioni che possono avere sintomi simili.

TERAPIA: L’obiettivo del trattamento è quello di contribuire ad alleviare il dolore e altri sintomi. Il primo tipo di trattamento può comportare:

  • Terapia fisica;
  • Esercizio e programma di fitness;
  • Metodi per alleviare lo stress come il massaggio e tecniche di rilassamento.

Se questi trattamenti non funzionano, il medico può prescrivere un antidepressivo o un rilassante muscolare. Lo scopo del farmaco è quello di migliorare il sonno e la tolleranza al dolore. Il farmaco deve essere usato insieme all’esercizio fisico e alla terapia comportamentale. Duloxetina (Cymbalta), Pregabalin (Lyrica) e Milnacipran (Savella) sono i farmaci approvati per il trattamento della fibromialgia. Tuttavia, molti altri farmaci sono usati anche per curare la condizione, tra cui:

  • Anti-epilettici;
  • Altri antidepressivi;
  • Miorilassanti;
  • Antidolorifici;
  • Sonniferi.

La terapia cognitivo-comportamentale è una parte importante del trattamento. Questa insegna a:

  • Non fare pensieri negativi;
  • Tenere un diario del dolore e dei sintomi;
  • Riconoscere ciò che fa peggiorare i sintomi;
  • Cercare attività piacevoli;
  • Impostare dei limiti.

I gruppi di sostegno possono anche essere utili. Altre raccomandazioni includono:

  • Seguire una dieta ben bilanciata;
  • Evitare la caffeina;
  • Praticare una buona routine del sonno;
  • Digitopressione e agopuntura.

I casi gravi di fibromialgia possono richiedere un rinvio a una clinica specializzata.

PROGNOSI: La fibromialgia è una malattia a lungo termine. A volte, i sintomi migliorano. Altre volte, il dolore può peggiorare e continuare per mesi o anni.

Contattare un medico se si hanno i sintomi della fibromialgia.

PREVENZIONE: Non c’è prevenzione conosciuta.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?