Erisipela

erisipela
Erisipela

L’erisipela è un tipo di infezione della pelle.

CAUSE: L’erisipela di solito è causata dai batteri Streptococcus del gruppo A. La condizione può colpire sia i bambini che gli adulti.

I fattori di rischio includono:

  • Taglio nella pelle;
  • Problemi con il drenaggio attraverso le vene o del sistema linfatico;
  • Piaghe della pelle (ulcere).

In passato il viso era il sito più comune di infezione. Ora rappresenta solo il 20% dei casi. Le gambe sono ora più spesso colpite fino all’80% dei casi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Bolle;
  • Febbre, tremori e brividi;
  • Pelle molto rossa, gonfia, dolorosa e calda sotto la lesione;
  • Lesione cutanea con un bordo in rilievo;
  • Lesioni sulle guance e sul naso.

DIAGNOSI: L’erisipela viene diagnosticata in base a come la pelle appare. Una biopsia della pelle solitamente non è necessaria.

TERAPIA: Gli antibiotici come la penicillina sono utilizzati per eliminare l’infezione. Nei casi più gravi, gli antibiotici possono essere necessari per via endovenosa. Coloro che hanno ripetuti episodi di erisipela possono ricevere antibiotici a lungo termine.

PROGNOSI: Con il trattamento, il risultato è buono. Ci possono volere alcune settimane affinché la pelle ritorni alla normalità. Il peeling è comune. Possibili complicazioni in alcuni pazienti possono essere i batteri che viaggiano nel sangue e possono portare ad una condizione chiamata batteriemia. L’infezione può diffondersi alle valvole cardiache, articolazioni e ossa. Altre complicazioni includono:

  • Ritorno dell’infezione;
  • Shock settico.

Contattare un medico se avete un mal di pelle che sembra erisipela.

PREVENZIONE: Mantenere la pelle sana, evitando la pelle secca e prevenire tagli e abrasioni può ridurre il rischio di erisipela.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?