Demenza multi-infartuale


Demenza multi-infartuale

La demenza multi-infartuale è una forma di demenza vascolare, danni a funzioni mentali causati da un ictus.

CAUSE: La demenza multi-infartuale è la forma più comune di demenza vascolare, e la seconda causa più comune di demenza (dopo il morbo di Alzheimer) in persone di età superiore ai 65 anni. Si stima che circa il 10-20% delle demenze siano causate dall’ictus. Colpisce gli uomini più spesso delle donne in età compresa tra 55 e 75 anni.

“Multi-infartuale” significa che molte aree del cervello sono colpite a causa della mancanza di sangue. I fattori di rischio includono:

  • Indurimento delle arterie (aterosclerosi);
  • Pressione alta (ipertensione);
  • Fumo;
  • Ictus.

Alcune ricerche suggeriscono che la demenza multi-infartuale può causare il morbo di Alzheimer o lo fa peggiorare velocemente. La malattia può essere confusa o notata insieme all’Alzheimer.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Confusione notturna;
  • Diminuzione della capacità di vivere in modo indipendente;
  • Diminuzione dell’interesse nelle attività quotidiane;
  • Difficoltà di dare giudizi;
  • Agitazione;
  • Frustrazione, depressione, ansia, stress e tensione dovuti alla perdita delle funzioni mentali;
  • Incapacità di essere spontanei;
  • Mancanza di emozioni;
  • Perdita di memoria;
  • Intorpidimento o formicolio;
  • Lento peggioramento della perdita di memoria con confusione, disorientamento, declino in molte funzioni cerebrali, difficoltà con attenzione, concentrazione, giudizio, comportamento e pensiero;
  • Deliri;
  • Allucinazioni uditive o visive;
  • Cambiamenti nella personalità;
  • Problemi con il linguaggio (afasia);
  • Movimenti non coordinati o deboli;
  • Difficoltà di deglutizione;
  • Risata o pianto improvviso involontario;
  • Incontinenza urinaria;
  • Ritiro dalle interazioni sociali per incapacità di interagire o di mantenere un lavoro.

DIAGNOSI: Bisogna escludere altre cause di demenza, come quella dovuta a cause metaboliche. I segni della demenza multi-infartuale sono:

  • Riflessi anomali;
  • Segni neurologici sulla scala modificata dell’ischemica di Hachinski;
  • Pressione alta;
  • Periodi di rapido peggioramento alternati a periodi stabili di lieve cambiamento;
  • Insorgenza rapida dei sintomi;
  • Debolezza o perdita di funzione da un lato del corpo o in molte aree.

I test possono includere:

  • TAC al capo;
  • Risonanza Magnetica del cervello.

TERAPIA: Non esiste alcun trattamento per la demenza multi-infartuale. L’obiettivo è quello di controllare i sintomi e correggere i fattori di rischio come la pressione alta ed il colesterolo alto. Il medico può raccomandare altri trattamenti. L’ambiente di trattamento deve essere piacevole, confortevole, non minaccioso e fisicamente sicuro. Alcuni pazienti possono avere bisogno di rimanere in ospedale per un breve periodo. Il medico cercherà di trovare la causa e curarla.

Il blocco o la modifica dei farmaci che peggiorano o causano confusione può migliorare la funzione mentale. I farmaci che possono causare confusione comprendono:

  • Anticolinergici (tra cui antidepressivi come l’amitriptilina o imipramina);
  • Depressori del sistema nervoso centrale;
  • Cimetidina;
  • Lidocaina;
  • Antidolorifici.

I disturbi che possono contribuire alla confusione comprendono:

  • Anemia;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Infezioni;
  • Ipossia;
  • Condizioni mentali come la depressione;
  • Disturbi nutrizionali;
  • Malattie della tiroide.

Il trattamento dei disturbi medici e mentali spesso migliora notevolmente la funzione. I farmaci possono essere necessari per il controllo dei comportamenti aggressivi, agitati o pericolosi. Il medico di solito prescrive questi farmaci a dosi molto basse e aggiusta la dose se necessario. Tali farmaci possono includere:

  • Antipsicotici (olanzapina, quetiapina);
  • Beta-bloccanti;
  • Farmaci che influiscono sulla serotonina (trazodone, buspirone, o fluoxetina).

I farmaci usati per trattare il morbo di Alzheimer non hanno dimostrato di funzionare in questo caso. Apparecchi acustici, occhiali, o l’intervento sulla cataratta possono essere necessari se la persona ha problemi sensoriali. Può essere utile:

  • Assistenza diurna;
  • Servizi di protezione;
  • Casa più sicura;
  • Ricovero in case di riposo;
  • Consulenza per la famiglia;
  • Badanti;
  • Ricovero in casa di cura;
  • Visita di infermieri o assistenti;
  • Visita di volontari;
  • Tenere oggetti familiari e le persone intorno;
  • Lasciare le luci accese durante la notte;
  • Tenere attivo il malato con attività semplici;
  • Controllare comportamenti inaccettabili o pericolosi;
  • Utilizzare l’orientamento alla realtà con stimoli ambientali per ridurre il disorientamento.

PROGNOSI: Il disturbo peggiora con il tempo. La morte può verificarsi a causa di malattie cardiache, polmonite o altre infezioni o ictus. Possibili complicazioni possono essere:

  • Malattie cardiache;
  • Infezioni in qualsiasi parte del corpo;
  • Perdita dell’autosufficienza;
  • Perdita della capacità di interagire;
  • Polmonite;
  • Riduzione dell’aspettativa di vita;
  • Effetti collaterali dei farmaci;
  • Ictus.

Contattare un medico se si verificano i sintomi di demenza vascolare o se vi è un improvviso cambiamento dello stato mentale che può essere un sintomo dell’ictus. La terapia che viene iniziata entro 3 ore dopo l’inizio dei sintomi può ridurre i danni causati dall’ictus.

PREVENZIONE: Controllare le condizioni che aumentano il rischio di indurimento delle arterie (aterosclerosi) come:

  • Ipertensione;
  • Controllo del peso;
  • Riduzione dei grassi saturi e sale nella dieta;
  • Trattamento dei disturbi correlati.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Have something to say?